Quando scatta l’obbligo di pneumatici invernali nel 2019?

Quando scatta l'obbligo di pneumatici invernali nel 2019?

In tutte le regioni italiane vi è l’obbligo dei pneumatici invernali: quando scatta nel 2019? Cerchiamo di fare chiarezza a seconda delle diverse aree.

L’obbligo dei pneumatici invernali scatta in Italia il 15 novembre a livello nazionale: ciò significa che a partire da quella data è obbligatorio avere a bordo le gomme per la stagione fredda, se tale disposizione normativa non viene rispettata si può andare incontro a sanzioni – pecuniarie e non – nell’eventualità di controlli. Tuttavia il nostro Paese ha una conformazione particolare, che si sviluppa in lunghezza, nonché con rilievi montuosi sparsi in gran parte del territorio, non soltanto nel nord; questo significa condizioni meteo molto differenti: il 15 novembre è possibile fare i conti con le nevicate nelle regioni settentrionali mentre in quelle meridionali c’è ancora chi va al mare, approfittando degli ultimi caldi. Questo comporta delle eccezioni nell’attuazione dell’obbligo dei pneumatici invernali, che viene scaglionato in base alle aree di interesse.

Regioni diverse, date diverse

Perciò il consiglio per tutti gli automobilisti è di verificare la data a partire dalla quale è obbligatorio avere a bordo i pneumatici invernali relativa alla propria regione o all’area in cui si risiede o si circola maggiormente, poiché il 15 novembre è puramente indicativo. In Valle D’Aosta, ad esempio, l’obbligo è anticipato di un mese, per cui sin dal 15 ottobre è necessario montare le gomme invernali, proprio perché il clima della regione è particolarmente rigido e fenomeni atmosferici come nevicate o gelate si presentano in anticipo rispetto ad altre aree. Lo stesso discorso vale per alcune zone del Piemonte, in particolare quelle a ridosso dei profili montuosi. In Lombardia, nella provincia di Pavia, la normativa provinciale stabilisce l’obbligo di montare i pneumatici invernali “a tempo indeterminato”, cioè dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.

Differenze fra nord e centro Italia

Vi sono dunque notevoli differenze non solo tra il nord e il resto del Paese, ma addirittura da regione a regione, proprio perché vi sono diversi microclimi con cui bisogna confrontarsi all’interno della stessa zona. Prendiamo come esempio l’Emilia-Romagna, regione in cui convivono aree montuose (gli Appennini) e rinomate località turistiche sul mare; ciò si traduce in obblighi differenti per gli automobilisti: nelle zone interne dell’Emilia  la normativa prevede che si abbiano a bordo gomme invernali già a partire dal 1° novembre – dunque due settimane prima rispetto alla regola nazionale – mentre nelle province che si trovano sul mare (ad esempio Forlì-Cesena) l’obbligo scatta solo a partire dal 15 dicembre, quindi addirittura un mese dopo, e termina con un mese di anticipo, ovvero il 15 marzo invece del 15 aprile, perché in tali aree è ridotto il rischio di incontrare nevicate e gelate se non nel cuore dell’inverno.

Il sud Italia

Nonostante il clima mite che caratterizza le regioni meridionali del nostro Paese, in inverno pure in questa porzione d’Italia è previsto l’obbligo di pneumatici invernali, poiché anche le regioni del sud sono attraversate da catene montuose e dunque si trovano aree in quota, nelle quali il clima è per forza di cose differente da quello che caratterizza le coste. In tutte queste aree l’obbligo di installare gomme invernali scatta a partire dal 15 novembre e gli automobilisti sono chiamati a osservarlo. Chi invece si sposta prevalentemente nelle zone costiere, può affidarsi ai pneumatici quattro stagioni: sono dotati di certificazione invernale, dunque rispettano in pieno la normativa, ma sono più adatti a condizioni meno estreme, in cui le temperature scendono raramente al di sotto dei 7° gradi (il minimo richiesto per le gomme invernali) e le nevicate o le gelate sono estemporanee e si esauriscono in breve tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *