Come leggere le marcature delle ruote?

Come leggere le marcature delle ruote

Le marcature delle ruote ci offrono informazioni essenziali circa le loro caratteristiche: scopriamo in che modo leggere cifre e lettere che le compongono.

Le marcature delle ruote sono una serie di codici alfanumerici – composti da lettere e numeri – che forniscono informazioni fondamentali riguardo alle caratteristiche delle ruote stesse, come ad esempio il diametro, la larghezza e il valore dell’offset. Sono collocate nella parte interna del cerchio e per poterle interpretare nella maniera corretta è essenziale saper leggere tali marcature, comprendendo a cosa si riferiscono esattamente i simboli da cui sono formate. Un esempio di marcatura di un cerchio potrebbe essere questo: 7Jx16 H2 ET45; a prima vista può sembrare un codice di difficile decifrazione, ma soffermandosi un po’ di più si scoprirà che la sua lettura è più semplice di quanto appaia. Vediamo dunque come leggere le marcature delle ruote.

Marcature delle ruote: numeri e lettere

La chiave per la corretta interpretazione della marcature delle ruote è avere ben chiaro a cosa si riferiscono i numeri e le lettere che compaiono sui nostri cerchioni. Nel codice preso come esempio, il primo numero – 7 – indica la larghezza del cerchio e viene espressa in pollici (può essere utile ricordare che 1 pollice equivale a 2,5 centimetri). La lettera J invece – che potrebbe avere un alone di mistero per chi si cimenta nella lettura delle marcature delle ruote – ci rivela la tipologia del bordo del cerchio: le normali autovetture hanno ruote il cui bordo è classificato con la J, secondo una suddivisione che prevede, ad esempio, cerchi contrassegnati con le lettere G e H per i van e JJ per i Suv con trazione integrale. Si tratta di un elemento fondamentale: per il corretto montaggio della gomma sul cerchio, pneumatico e cerchione devono essere compatibili e tale compatibilità è espressa attraverso la lettera che identifica il tipo di bordo. Per intenderci, su cerchi con profilo J non si possono montare gomme con profilo B.

Diametro e sezione del cerchio

Proseguendo nella lettura della marcatura, il numero 16 rappresenta il diametro della ruota, espresso anch’esso in pollici. H2 è un altro parametro che potrebbe spiazzare l’automobilista: si riferisce al profilo della sezione del cerchio ed è in genere collocato subito dopo le misure relative al cerchione stesso. In base alla rigidità che un produttore di cerchi vuole ottenere, la parte interna viene lavorata tramite l’inserimento di “gobbe” che ne modificano appunto il profilo e per tale ragione vi sono differenti profili contrassegnati da codici diversi – H2 nel nostro esempio – fra cui H, FH, CH etc. che indicano quale tipo di profilo caratterizza una determinata ruota. A questo punto resta solo l’ultimo parametro da conoscere: l’offset.

Che cos’è l’offset

Le cifre e lettere finali che compongono la marcatura, nel nostro caso ET45, si riferiscono all’offset: di cosa si tratta? L’offset è semplicemente la distanza che separa il mozzo su cui viene fissata la ruota dal centro del cerchio e viene riportata in millimetri. Attraverso di esso è possibile sapere se e quanto la ruota può sporgere al di là della carrozzeria del veicolo una volta montata. Come abbiamo visto, la marcatura di una ruota non è così misteriosa come può sembrare, ogni cifra e lettera ha un significato ben preciso la cui interpretazione è tutto sommato semplice una volta che si comprende a cosa si riferiscono tali numeri e lettere. Sapere come leggere le marcature permette di essere maggiormente consapevoli, soprattutto nel momento in cui si decide di acquistare nuovi cerchi e pneumatici per la propria auto, evitando gli errori e scegliendo la soluzione migliore possibile a seconda delle esigenze con un risparmio sia di denaro che di tempo.


Se ci si affida a degli operatori del settore come Cerchigomme.it basterà inserire il modello dell’auto sul form di ricerca e si visualizzeranno solamente i cerchi e/o i pneumatici compatibili per quel modello e per le misure che può equipaggiare. Puoi scegliere in alternativa anche di acquistare ruote complete; il kit arriverà già assemblato con le gomme montate ed equilibrate sui cerchi, pronto per essere utilizzato, completo di sensori TPMS già configurati se la tua auto lo prevede e se li hai selezionati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *