Al momento dell’acquisto di nuovi cerchi, è fondamentale conoscere le loro dimensioni esatte: ma in che modo si misurano i cerchi auto? Scopriamolo insieme

Sapere le dimensione esatte dei cerchi della propria vettura è fondamentale al momento dell’acquisto di nuovi cerchioni, in maniera tale da non commettere errori. Come si misurano i cerchi auto? Questa operazione non è semplice e nemmeno intuitiva, per questo è necessario conoscere alcuni aspetti relativi ai cerchioni, siano essi in lega oppure in acciaio. Il diametro dei cerchi auto è la prima misura da valutare nel caso si sia intenzionati ad acquistarli nuovi per il proprio veicolo: viene espresso in pollici e ci offre indicazioni precise sulla “grandezza” del cerchio. Ma non è l’unica misura di cui bisogna tener conto, poiché vi sono altri parametri altrettanto importanti per catalogare un cerchio e aiutare l’automobilista nell’acquisto del prodotto delle dimensioni più adatte.

Perché conoscere le misure è essenziale

Quando si ha intenzione di acquistare cerchi nuovi per la propria auto, si deve tenere in considerazione il fatto che l’acquisto non è “libero”, nel senso che non è possibile comprare cerchi di qualunque dimensione e poi montarli, bensì bisogna attenersi alle indicazioni fornite nel libretto di circolazione, che devono essere rispettate per legge. In caso contrario, è necessaria una specifica omologazione. Considerando le misure presenti nel libretto per quanto riguarda i cerchi e le gomme, si può valutare all’interno del range di dimensioni possibili quelli che si desiderano. Si tratta di una questione prima di tutto di sicurezza, poiché montare a bordo del veicolo cerchi di dimensioni inadeguate – troppo grandi oppure troppo piccoli – espone a enormi rischi quando si è alla guida, oltre a causare danni più o meno evidenti alle parti meccaniche del mezzo. Ecco per quali ragioni conoscere le misure è essenziale e permette di compiere l’acquisto migliore in base alle proprie esigenze e alle caratteristiche dell’auto

Misure di un cerchio: quali sono?

Oltre al diametro esistono altre misure di un cerchio da prendere in considerazione? Naturalmente sì, il diametro dei cerchi ci dà una prima indicazione sulle dimensioni ma non sufficiente per poter portare a compimento un acquisto in totale autonomia. Dopo il diametro bisogna valutare la larghezza del cerchio, anch’essa espressa in pollici; questa deve coincidere con quella del pneumatico, affinché il battistrada possa lavorare in maniera corretta. Un pneumatico più stretto rispetto alla larghezza del cerchio comporterà un battistrada eccessivamente “stirato”, che può portare a problemi in termini di aderenza. A diametro e larghezza del canale del cerchio si aggiunge poi l’offset, un parametro spesso trascurato ma anch’esso di una certa rilevanza, riportato con la sigla ET.

Cosa sono ET e PCD

Con queste sigle vengono indicati rispettivamente l’offset e i diversi parametri relativi ai fori per il fissaggio. Il primo rappresenta la distanza che separa la parte di attacco fra cerchio e mozzo e l’asse del cerchione stesso ed è espressa in millimetri; il PCD invece racchiude il numero dei fori di fissaggio del cerchio con il mozzo, la loro posizione e la distanza di uno dall’altro. A prima vista potrebbero essere considerate misure destinate ad addetti ai lavori, in realtà anche un automobilista deve tenerne conto prima dell’acquisto, poiché comprare cerchi con offset o PCD non corretti può causare problemi di montaggio o di altra natura; per fare un esempio, un offset inadatto al tipo di vettura che si possiede può portare al contatto fra la ruota ed altre parti meccaniche del veicolo durante alcune fasi della guida, come le sterzate, generando problemi di sicurezza e causando danni all’auto. Tutte le misure dunque devono essere valutate con attenzione – non solo diametro e larghezza – per poter acquistare i giusti cerchi per la propria vettura.